Napoli spende molto di più delle altre grandi città per gli organi istituzionali

Spesa pro capite per "organi istituzionali" nelle città con più di 200.000 abitanti (2019)

Tra i comuni con una popolazione superiore a 200mila abitanti è Napoli quello a spendere nettamente di più: 83,35 euro pro capite, pari a più di 83 milioni di euro nel 2019. Il capoluogo partenopeo è seguito da un’altra città del sud, Messina, che alloca in bilancio 53,08 euro pro capite. Al terzo posto troviamo Venezia (41,22), seguita da Bari (37,72) e Torino (36,85). Tra le grandi città quelle a spendere di meno sono Verona (18,84 euro pro capite) e Bologna (18,31).

I dati mostrano la spesa pro capite per cassa riportata nell’apposita voce di bilancio. Spese maggiori o minori non implicano necessariamente una gestione positiva o negativa della materia. Da notare che spesso i comuni non inseriscono le spese relative a un determinato ambito nella voce dedicata, a discapito di un’analisi completa. Tra le città italiane con più di 200mila abitanti, non sono disponibili i dati di Palermo e Catania perché alla data di pubblicazione non risultano accessibili i rispettivi bilanci consuntivi 2019.

FONTE: openbilanci - consuntivi 2019
(ultimo aggiornamento: martedì 31 Dicembre 2019)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.