L’inquinamento generato dai prodotti alimentari

Le varie tipologie di alimenti e le corrispondenti emissioni, in chili di anidride carbonica

I prodotti di origine animale e in particolar modo il manzo sono quelli che causano il quantitativo più elevato di emissioni di Co2. Altri prodotti che comportano rilasci significativi sono il cioccolato fondente e il caffè. Mentre sono ultimi in questo senso la frutta e la verdura.

Sono misurate le emissioni di gas serra lungo la catena di approvvigionamento in chilogrammi di anidride carbonica equivalente (kgCO₂eq) per chilogrammo di cibo. I dati sono riferiti alle emissioni mediane globali di gas serra dei prodotti alimentari sulla base di una meta-analisi (2018) della produzione alimentare che copre 38.700 aziende agricole commercialmente redditizie in 119 paesi. La frutta a guscio e alcuni altri prodotti hanno cifre negative perché all’epoca in cui è stato condotto lo studio gli alberi (che immagazzinano Co2) stavano sostituendo i terreni coltivati.

FONTE: elaborazione openpolis su dati Obc Transeuropa
(ultimo aggiornamento: lunedì 20 Dicembre 2021)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.