In Italia l’85% delle emissioni nel settore alimentare riguarda cibi di origine animale

Le emissioni alimentari nell'Ue-27 e nel Regno Unito, per tipologia di alimento

L’Italia si trova al di sopra della media Ue per contributo dei prodotti di origine animale alle emissioni totali nel settore alimentare. Il primo paese in questo senso è la Lituania (87%), l’ultimo la Bulgaria (74%).

I dati riguardano i gruppi alimentari e il loro contributo (come quota del totale) al rilascio di Co2 nel settore. Le categorie “Carne, uova” e “Latticini” includono anche l’anidride carbonica derivante dalla produzione di mangimi.

FONTE: elaborazione openpolis su dati Obc Transeuropa
(ultimo aggiornamento: lunedì 20 Dicembre 2021)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.