In Italia il 39,3% ha lavorato da casa per la prima volta con la pandemia

Percentuale di occupati che hanno lavorato a distanza per la prima volta a causa del Covid-19, nei paesi Ue

In Europa, mediamente il 36,5% dei lavoratori dichiara di aver lavorato da casa per la prima volta durante la pandemia Covid-19. In particolare, i paesi del nord hanno incrementato notevolmente l’utilizzo di questa modalità lavorativa, come nel caso della Finlandia (60,5%) e della Danimarca (46,2%). L’Italia, essendo uno dei paesi maggiormente colpiti dal coronavirus e aver introdotto per primi il lockdown, ha reso obbligatorio, per le imprese in cui era possibile, il telelavoro. Infatti, quasi il 40% degli italiani del campione sostiene di aver lavorato da casa per la prima volta. Chiudono la lista i paesi dell’est, come la Slovenia (22,5%) e la Romania (18,5%).

I dati sono il risultato di un sondaggio condotto da Eurostat su 87.477 persone maggiorenni dal 9 aprile al 27 luglio 2020.

FONTE: elaborazione openpolis dati Eurostat
(ultimo aggiornamento: giovedì 14 Gennaio 2021)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.