Crescono i fondi per l’assistenza umanitaria ma non è ancora abbastanza

Per il terzo anno di fila oltre agli importi stanziati aumentano anche i fondi richiesti dalle Nazioni unite per far fronte alle emergenze umanitarie.

Nel 2018 i fondi richiesti dagli appelli coordinati delle Nazioni Unite per far fronte alle emergenze umanitarie hanno raggiunto un nuovo record arrivando a 28,1 miliardi di dollari. Questo nonostante il numero di appelli si sia ridotto dai 41 del 2017 ai 34 del 2018. La crescita è stata dovuta in particolare alla necessità di fronteggiare le crisi umanitarie nella Repubblica democratica del Congo, in Yemen, in Bangladesh e in Siria. Anche i fondi stanziati per rispondere agli appelli sono aumentati, ma l’ammontare mancante per soddisfare le richieste rimane ancora troppo grande (11,1 miliardi) pari al 39,4%, la stessa quota del 2017.

Gli appelli coordinati delle Nazioni unite sono un modo per misurare i bisogni umanitari e il costo stimato per rispondere a questi bisogni. Si tratta di una stima dei fondi di cui necessiterebbero le agenzie Onu e le organizzazioni non governative per svolgere a pieno i propri compiti nell’ambito delle crisi umanitarie attualmente aperte a livello globale.

FONTE: Global Humanitarian Assistance Report 2019
(ultimo aggiornamento: giovedì 3 Ottobre 2019)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.