Come varia la fiducia dopo il lockdown nei paesi Ue

Indicatore della fiducia per tre categorie economiche con frequenza mensile da aprile 2020 a marzo 2021

I dati mostrano un calo di fiducia tra le tre categorie economiche ad aprile 2020. Infatti, gli industriali è il settore che ad aprile manifesta i livelli più bassi, pari a -32,3. I consumatori e i venditori manifestano valori superiori, seppur sempre molto bassi rispettivamente pari a -29,1 e -22. Nei mesi successivi tali valori aumenteranno lievemente fino a raggiungere nel mese di marzo del 2021 il primo e unico dato positivo di fiducia da parte degli industriali (+1). Le altre due categorie hanno ancora valori in negativo, ma notevolmente più alti rispetto a quelli dell’anno precedente. Infatti, i consumatori aumentano fino a -11 e i venditori raggiungono -12,1, in entrambi i casi vi è un aumento della fiducia di almeno +10.

I dati fanno riferimento a un’indagine condotta dalla direzione generale degli affari economici e finanziari (Dg Ecfin) della commissione europea tra i paesi membri dell’Ue ed è rivolta ai rappresentanti dei settori dell’industria (manifatturiero), del commercio al dettaglio e ai consumatori. Dunque, l’indicatore è la media aritmetica del saldo delle risposte positive e negative a diverse domande poste agli intervistati riguardanti la fiducia nel mese preso in considerazione.

 

FONTE: elaborazione openpolis su dati Eurostat
(ultimo aggiornamento: mercoledì 31 Marzo 2021)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.