L’impatto del nostro lavoro Fondazione openpolis

A inizio del 2018 è nata la fondazione openpolis. Vi raccontiamo cosa abbiamo fatto in questo periodo, in quali settori ci siamo mossi, e dove vogliamo andare nei prossimi mesi.

|

Nel corso del 2018 openpolis ha cominciato un nuovo capitolo nella sua ormai decennale storia.

Dopo la costituzione a fine 2017, è stata infatti ufficialmente riconosciuta giuridicamente la fondazione openpolis. Una realtà indipendente e senza scopo di lucro che promuove progetti per l’accesso alle informazioni pubbliche, la trasparenza e la partecipazione democratica. Dopo oltre un anno di attività è giunto il momento di tirare le fila su quanto fatto, raccontando in maniera dettagliata l’impatto del nostro lavoro.

Impact report fondazione openpolis

Ogni giorno migliaia di persone accedono gratuitamente alle nostre piattaforme web per informarsi, consultare dati e scaricarli. Trattiamo i dati, li elaboriamo e li raccontiamo attraverso un lavoro di data journalism che estrae dai dati notizie e rapporti.

Impact report 2019 (english)

Siamo un osservatorio civico sulla classe politica e una fonte d’informazione riconosciuta dai media nazionali ed esteri, dai decisori pubblici e dai cittadini. Le competenze presenti nel nostro team sono trasversali, e ci permettono di seguire la filiera del dato dall’inizio alla fine. Per raccontare tutto questo, oggi publichiamo il primo impact report della fondazione openpolis.

Cosa facciamo

Nella nostra esperienza decennale, prima come associazione e poi come fondazione, abbiamo portato avanti numerose iniziative che riguardano differenti tematiche e settori di intervento.

Applicazioni web basate sui dati – L’avere sia competenze tecnologiche, che progettuali, ma anche giornalistiche, ci permette di seguire nella sua interezza la filiera del dato. La fondazione openpolis gestisce quindi design, sviluppo, creazione e mantenimento di piattaforme per la visualizzazione di dati. Gli ambiti sono diversi: raccolta, cura, aggiornamento, distribuzione e rappresentazione dei dati attraverso applicazioni che li rendano comprensibili ed esplorabili. Lo scopo è quello di prendere banche dati o informazioni, principalmente pubbliche, perfezionarli, aggiornarli e restituire il tutto ai cittadini in formati comprensibili e accessibili.

Impact report fondazione openpolis

Giornalismo basato su dati – Nel corso degli anni abbiamo compreso che il nostro contributo non doveva limitarsi alla restituzione di dati. Era infatti necessario andare un passo oltre, e diventare non solo fornitori di dati, ma soprattutto analisti di dati. Un percorso che si è sviluppato in due fasi. In un primo momento le nostre numerose collaborazioni con giornali ed agenzie di stampa ci hanno portato alla stesura di report e dossier di data journalism. Successivamente abbiamo sviluppato l’online magazine di openpolis, un luogo nostro in cui utilizziamo i dati per fare giornalismo, nei vari ambiti di cui ci occupiamo. Utilizziamo i dati per raccontare storie e svolgere inchieste giornalistiche di interesse pubblico.

Cultura critica dei dati – I dati sono parte determinante della nostra vita e della società in cui viviamo. Le conseguenze sulla qualità della democrazia sono sempre più importanti e numerose. Crediamo sia necessario aumentare la consapevolezza dei meccanismi che determinano l’estrazione massiva dei dati delle persone e il loro sfruttamento da parte delle grandi piattaforme internet. Diamo il nostro contributo con pubblicazioni, campagne, seminari per illuminare le criticità e le possibilità.

Attivismo civico e campagne – L’indipendenza, l’autonomia con cui portiamo avanti il nostro lavoro ci hanno permesso di guadagnare la credibilità necessaria per fare i watchdog – i cani da guardia – delle regole democratiche e delle istituzioni. Monitoriamo il potere e portiamo avanti campagne per aumentare la comprensione e la responsabilizzazione – l’accountability – delle decisioni pubbliche con iniziative per la trasparenza e la mobilitazione civica

 

Impact report, luglio 2019

È necessario per una struttura come la nostra soffermarsi di tanto in tanto ed analizzare la strada percorsa. Un modo per guardarsi dietro, vedere quanto è stato fatto e soprattutto capire meglio l’impatto del nostro operato. Questa pubblicazione vuole essere proprio questo: il racconto delle nostre iniziative, dei nostri numeri e soprattutto un momento per capire meglio la direzione in cui ci stiamo muovendo.

3.273 le citazioni sulla stampa nazionale e locale da inizio 2018

Per farlo abbiamo raccolto 12 storie. Per noi impatto significa capire a cosa serve quello che facciamo, che risultati produce, cosa cambia nella realtà collettiva e in che modo sia possibile valutare tutto questo e raccontarlo. Significa monitorare in maniera continua le nostre aree di intervento.

Proprio per questo motivo ogni storia comincia dall’analisi di un contesto: l’ambito storico, politico e sociale in cui decidiamo di muoverci. Individuata una criticità, una problematica, decidiamo quindi quale debba essere l’attività da svolgere per intervenire nel migliore dei modi. Successivamente passiamo alla valutazione del nostro impatto: cerchiamo di capire come la nostra azione abbia influito sul contesto in cui ci stavamo muovendo, e quali siano stati i benefici per la comunità.

Impact report fondazione openpolis

Le storie che raccontiamo raccolgono i diversi ambiti in cui agiamo: dal potere politico ai dati territoriali (povertà educativa e bilanci dei comuni), passando per il tema dei migranti e della cooperazione, fino ad arrivare all’attivismo civico per l’apertura dei dati pubblici.

Anche uno sguardo al domani, sui progetti nel nostro futuro.

La parte finale del nostro primo impact report è dedicato al domani. Crediamo sia utile condividere non solo quello che abbiamo fatto e i risultati raggiunti ma anche quello che bolle in pentola e i progetti futuri. L’intento è di raccogliere opinioni, suggerimenti e possibili collaborazioni. Nello specifico vi raccontiamo tre grandi progetti su cui vogliamo investire nel prossimo futuro: la mappa del potere, la condivisione del patrimonio di dati raccolti, e infine la creazione di una comunità di data-activists.

Contribuisci al nostro impatto

Per noi è fondamentale garantire l’indipendenza del nostro progetto, anche attraverso la scelta di agire senza scopo di lucro. La nostra comunità può contribuire a portare avanti le iniziative di controllo della politica e a favore di una maggiore partecipazione dei cittadini. Questo può essere fatto sia con una donazione, che con il 5×1000.

 

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.