VISUALIZZA
Articoli (9) Esercizi (1) Numeri (9) Rassegna stampa (5) Eventi (2)
Corriere della Sera
15 Marzo 2022

I dati a servizio dello sviluppo territoriale

Si chiama "Share your data: i dati come strumento di sviluppo territoriale" il ciclo di incontri che prenderà il via a Cuneo il prossimo 24 marzo, e di cui siamo co-promotori. Ne parla Il Corriere della Sera - Buone notizie, sottolineando l'importante della cultura e della condivisione dei dati a servizio del territorio.
Repubblica
29 Dicembre 2021

L’indice di produttività nel consiglio regionale piemontese

Da dicembre il consiglio regionale piemontese mette a disposizione dati relativi a un indicatore prodotto per valutare qualitativamente l'attività dei consiglieri. L'assise si è ispirata esplicitamente al nostro indice di produttività parlamentare, che da anni valuta l'operato dei membri di camera e senato.
La Stampa
29 Settembre 2021

L’edilizia scolastica in Piemonte

Salute e sicurezza di ragazze e ragazzi sono due temi che la pandemia ha riportato prepotentemente al centro del dibattito. Da questo punto di vista la sicurezza delle scuole è una questione cruciale, da cui dipende la salvaguardia degli studenti e delle studentesse che la frequentano.
Il Corriere della Sera
28 Settembre 2021

La povertà educativa in Piemonte e in Italia

Sono oltre 600mila i bambini e i ragazzi che abitano in Piemonte, di cui oltre 120mila nella sola Torino. Parliamo della fascia d’età che, nell’ultimo anno e mezzo, pur risentendo marginalmente delle conseguenze sanitarie relative al Covid, ne ha ampiamente pagato gli effetti educativi e sociali.
Esercizio #43 | Lunedì 27 Settembre 2021

La povertà educativa in Piemonte

Dall'offerta di asili nido alla raggiungibilità delle scuole, dalla condizione dell'edilizia scolastica alla diffusione delle connessioni ultraveloci. Una ricostruzione dei divari nelle opportunità e nei servizi educativi, tra i comuni del Piemonte e dentro la città di Torino.
La Stampa
5 Ottobre 2019

L’offerta di asili nido nelle province del Piemonte

Tutte le regioni del nord Italia hanno un’offerta di asili nido superiore alla media nazionale, pari a 24 posti per 100 bambini. Un dato positivo, ma che nella maggior parte dei casi è ancora lontano dal raggiungimento dell’obiettivo Ue.