VISUALIZZA
Articoli (17) Numeri (4) Rassegna stampa (12) Eventi (4)

Soldi alla politica, la sfida della trasparenza Finanziamenti

Diminuisce il ruolo dei partiti, ma cresce il numero di attori coinvolti. Il tema, e il quadro, è complesso: caratterizzato da leggi che ancora non riescono ad intercettare le nuove dinamiche ed una frammentazione dei soggetti in campo.
Huffingtonpost
4 Giugno 2019

La spesa del Pd per la propaganda social alle elezioni europee

Il ruolo di internet e dei social nelle ultime tornate elettorali è stato costantemente in crescita. Una variabile ormai sempre più determinante, che purtroppo però non vede un adeguamento delle normative nazionali in materia.
Il Foglio
4 Giugno 2019

Il problema dei social network per la propaganda politica

Durante la campagna elettorale per le elezioni europee 2019 sono stati spesi oltre 660mila euro. Tanti soldi, prova del fatto che ormai il parlamento non può più ignorare la questione.
Avvenire
4 Giugno 2019

La spesa dei partiti in propaganda social per le elezioni europee

In Italia le norme per la propaganda elettorale non considerano i social network. Tuttavia grazie alle operazioni di autoregolamentazione messe in campo da Facebook, Google e Twitter per le recenti elezioni è possibile analizzare alcuni dati, seppur parziali, del fenomeno.

Propaganda social, speso oltre mezzo milione per le europee Europee 2019

Partiti e candidati spendono sempre più soldi in inserzioni politiche online. Il tema ormai non si può più ignorare, ma il parlamento continua a non intervenire.
Il Corriere della Sera
16 Aprile 2019

La propaganda social e le elezioni europee

L’autoregolamentazione porta a tante piccole soluzioni diverse che non aiutano a risolvere il problema mentre il parlamento italiano continua a rimanere in silenzio e il governo insiste nel non considerare il problema una priorità.

Propaganda online, a che punto siamo in vista del voto Elezioni europee

Le soluzioni messe in campo da Facebook, Twitter e Google per le elezioni europee lasciano ancora molte zone d'ombra. Il parlamento italiano dovrebbe intervenire, ma non fa nulla.
La Gazzetta di Basilicata
2 Aprile 2019

Perché il silenzio elettorale non viene rispettato

Nel 2019 si sono succedute tornate elettorali in 3 regioni. In tutte queste occasioni si è riproposto un problema dell’attuale sistema politico: il non rispetto del silenzio elettorale sui social.

I social e il (non) silenzio elettorale Propaganda social

Molti politici nazionali non lo rispettano. Fatto grave, specialmente quando il politico in questione è Salvini, a capo del ministero che ha il compito di vigilare sulla regolarità della propaganda elettorale.
Linkiesta
19 Marzo 2019

La propaganda politica sui social network e le elezioni europee

Stabilire regole chiare per la propaganda online non è una priorità per la nostra classe politica, né a livello nazionale né a livello europeo.

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.