VISUALIZZA
Articoli (26) Esercizi (7) Numeri (92) Parole (1) Rassegna stampa (69)
Radio24
28 Luglio 2022

La dispersione scolastica in Italia

A scuola conclusa su Radio24 si riflette sul fenomeno dell'abbandono scolastico in Italia, diversificato in base ai territori di appartenenza e ai percorsi di studio, ma comunque preoccupante. Ne abbiamo parlato a "Dario di un giorno".
Giornale di Brescia
4 Luglio 2022

I livelli di occupazione nel bresciano

Sul Giornale di Brescia si parla di occupazione e reddito annuo, anche in relazione al tasso di istruzione. Di questo e altro abbiamo parlato in un nostro approfondimento nell'ambito dell'osservatorio sulla povertà educativa, realizzato insieme a Con i bambini.

Quasi 1 giovane su 4 ha lasciato la scuola senza il diploma o comunque competenze adeguate

L’abbandono implicito di chi finisce la scuola senza competenze adeguate #conibambini

In Italia circa il 13% dei giovani tra 18 e 24 anni ha lasciato la scuola prima del tempo. Ma si tratta solo della forma esplicita di abbandono. La quota sale di quasi 10 punti se si somma la dispersione implicita di chi finisce la scuola senza le competenze di base minime.
Repubblica
29 Aprile 2022

L’abbandono scolastico nelle regioni italiane

Un ragazzo che abbandona la scuola rappresenta un fallimento educativo. Le ricerche indicano infatti che a lasciare gli studi prima del tempo sono spesso i giovani più svantaggiati, sia dal punto di vista economico che sociale. Ne parla Repubblica citando i nostri articoli.

L’impatto sull’occupazione dei divari territoriali negli apprendimenti #conibambini

Un basso livello di istruzione rende più vulnerabili nel mondo del lavoro, soprattutto nelle crisi. Perciò migliorare il livello degli apprendimenti degli studenti è così importante. Purtroppo, i dati sui test Invalsi in terza media mostrano come i divari territoriali siano ancora molto ampi.
Repubblica
3 Aprile 2022

Il fenomeno della dispersione scolastica in Italia

Un ragazzo che abbandona la scuola rappresenta un fallimento educativo. Le ricerche indicano infatti che a lasciare gli studi prima del tempo sono spesso i giovani più svantaggiati, sia dal punto di vista economico che sociale. Ne parla Repubblica riprendendo il nostro osservatorio sulla povertà educativa.
Repubblica
10 Marzo 2022

La dispersione scolastica tra i giovani siciliani

Numerose analisi hanno mostrato come uno dei fattori principali di disuguaglianza sia l’accesso all’istruzione. Ne ha parlato il presidente della commissione regionale antimafia della Sicilia, Giuseppe Fava, in un'occasione di una conferenza stampa in cui sono stati ripresi i nostri dati.

L’istruzione, vero strumento di giustizia sociale Numeri alla mano

I dati sono un ottimo modo per analizzare fenomeni, raccontare storie e valutare pratiche politiche. Con Numeri alla mano facciamo proprio questo. Una rubrica settimanale di brevi notizie, con link per approfondire. Il giovedì alle 7 in onda anche su Radio Radicale. Leggi l’ultimo approfondimento dell’osservatorio povertà educativa #conibambini “Perché l’istruzione equa è il primo […]

Perché l’istruzione equa è il primo strumento di giustizia sociale #conibambini

Per ridurre le disuguaglianze sociali serve intervenire su quelle educative. Oggi chi nasce in famiglie con basso titolo di studio è più probabile che abbandoni. Ciò significa non poter migliorare la propria condizione: un livello di istruzione più basso si associa a una minore occupabilità.

Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.