VISUALIZZA
Articoli (13) Rassegna stampa (1)

La camera inizierà la legislatura senza una riforma del regolamento Riforme istituzionali

Era uno dei correttivi divenuti necessari a seguito del taglio dei parlamentari. Ciò potrebbe comportare rallentamenti e difficoltà nel funzionamento degli organi di Montecitorio.

Procedono a piccoli passi i correttivi sul funzionamento delle camere Dopo il taglio dei parlamentari

Lo scorso 18 ottobre è ufficialmente entrata in vigore la legge costituzionale che estende ai diciottenni il diritto di voto per il senato. Si tratta dell'unico passo avanti significativo registrato negli ultimi mesi. Il tempo però inizia a scarseggiare.

Decreto sicurezza, appello ai presidenti di camera e senato per una discussione vera Il nuovo decreto immigrazione

L'atto approvato nell'ultimo Cdm conferma la tendenza dei governi a legiferare attraverso la decretazione d'urgenza. Una pratica non nuova ma scorretta. Per questo chiediamo un impegno affinché sia garantito lo spazio per discutere approfonditamente di un tema così importante.

Perché Mattarella ha richiamato all’ordine governo e parlamento La lettera del Quirinale

I tempi stretti dovuti all'emergenza Covid hanno portato il governo ad attuare decreti omnibus. Attraverso l'iter di conversione, poi, queste misure sono state modificate con l'inserimento di norme poco coerenti con il fine del provvedimento. Una pratica da tenere sotto controllo.

Authority, ennesima pedina nello scacchiere delle nomine pubbliche Equilibri politici

Domani camera e senato dovrebbero eleggere i nuovi vertici di Agcom e garante privacy. Strutture che stentano ad essere realmente autonome, per un processo di nomine purtroppo fortemente politicizzato e poco trasparente.

La sfida per un parlamento più efficiente inizia ora Istituzioni

Approvata la riforma costituzionale, inizia la partita dei regolamenti parlamentari. Qui si gioca la vera sfida e due devono essere i concetti chiave: la centralità del parlamento e una vera trasparenza delle istituzioni.

Riprende l’attività del parlamento dopo la pausa di maggio Osservatorio legislativo

Il mese di giugno ha risentito della pausa forzata dovuta alla campagna elettorale per le elezioni europee del mese precedente. L'ingolfamento dei lavori del parlamento ha comportato un ampio uso della fiducia.

Registro lobby della camera, bisogna andare avanti Portatori d'interesse

La scorsa settimana l'ufficio di presidenza di Montecitorio ha applicato delle sanzioni contro iscritti al registro delle lobby. Qualcosa si muove, ma così non basta.
Il Fatto Quotidiano
18 Giugno 2019

Il registro delle lobby in parlamento

A marzo del 2017 Montecitorio, sotto spinta dell’allora presidente Laura Boldrini, istituì ufficialmente il primo registro dei rappresentanti di interesse del parlamento italiano. Ora Roberto Fico, il nuovo presidente, ha iniziato ad applicare le sanzioni previste dal regolamento.

La regolamentazione incompiuta delle lobby in parlamento Portatori di interesse

Nella scorsa legislatura la camera, sotto la presidenza Boldrini, introdusse un registro per le lobby. Un primo tentativo (deludente) che comunque rappresentava un inizio. Che intenzioni hanno i presidenti Fico e Casellati?